Pubblica amministrazione

GARA A PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI LEGALI DI ASSISTENZA E CONSULENZA GIURIDICA IN AMBITO GIUSLAVORISTICO

Oggetto: GARA A PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI LEGALI DI ASSISTENZA E CONSULENZA GIURIDICA IN AMBITO GIUSLAVORISTICO
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 70.000,00
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 70.000,00
CIG: 84835162DF
CUP: F89H20000420008
Stato: Aggiudicata
Centro di costo: Risorse umane e sviluppo organizzativo
Aggiudicatario : STUDIO LEGALE MARESCA-MORRICO-BOCCIA & ASSOCIATI
Data aggiudicazione: 02 febbraio 2021 0:00:00
Importo di aggiudicazione comprensivo degli oneri: € 63.000,00
Data pubblicazione: 28 ottobre 2020 9:40:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 05 novembre 2020 12:00:00
Data scadenza: 13 novembre 2020 12:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • DGUE
  • Domanda di partecipazione
  • Dichiarazioni complementari
  • Documento di Identità
  • PASSOE
  • Eventuali documenti integrativi
Per richiedere informazioni: Le richieste di chiarimento dovranno essere presentate utilizzando le funzioni messe a disposizione dalla piattaforma.
In termini generali si rappresenta che l'importo a base d'asta inserito nella piattaforma è limitato al corrispettivo per il servizio richiesto (€ 70.000) non contemplando il plafond per il rimborso spese a misura (€ 10.000) né tanto meno le opzioni di rinnovo (€ 70.000)

Pubblicazioni ai sensi dell'art. 29 D.lgs. 50/2016

Nome Data pubblicazione Categoria
Chiarimenti al 03.11.2020 04/11/2020 11:08 Altri Documenti
Chiarimenti al 04.11.2020 04/11/2020 14:59 Altri Documenti
Chiarimenti al 05.11.2020 05/11/2020 14:22 Altri Documenti

Risposte alle domande più frequenti (FAQs)

FAQ n. 1

Domanda:

In merito alla procedura realtiva all'affidamento dei servizi legali di assistenza e consulenza giuridica, si formula il presente quesito: sono ammessi a partecipare anche singoli avvocati e associaizioni professionali?

Risposta:

Si conferma che è possibile la partecipazione sia di singoli avvocati sia di associazioni professionali secondo le disposizioni dell’art. 45, comma 2 del D.Lgs. 50/2016.

FAQ n. 2

Domanda:

1) L’art. 7.1. del disciplinare di gara , recante “Requisiti di idoneità” individua, alla lett. a), “Iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura oppure nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato per attività coerenti con quelle oggetto della presente procedura di gara”, prevedendo altresì, alla successiva lett. b), la “Iscrizione all’Albo degli Avvocati, di i tutti i componenti il Gruppo di Lavoro di cui all’art. 5 del Capitolato speciale descrittivo e prestazionale”. L’art. 7.4. del disciplinare, inoltre, specifica che, in caso di imprese raggruppande “il requisito relativo all’iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura oppure nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato di cui al punto 7.1 lett. a) deve essere posseduto da ciascuna delle imprese raggruppande”, mentre “il requisito relativo all’Iscrizione all’Albo degli Avvocati di tutti i componenti il Gruppo di Lavoro di cui al punto 7.1 lett. b) deve essere posseduto da: a. dalle risorse facenti parte del Gruppo di Lavoro di cui all’art. 5 del Capitolato speciale descrittivo e prestazionale di ciascuna delle imprese raggruppande”. Si chiede, pertanto, se il requisito relativo all’iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura oppure nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato per attività coerenti con quelle oggetto della procedura debba essere posseduto anche da operatori economici aventi forma di associazioni professionali iscritte presso gli Albi di competenza (ad esempio, Albo degli avvocati), per cui non sussiste obbligo né possibilità di iscrizione alla Camera di commercio.

2) Si domanda, poi, se per soddisfare il requisito di capacità tecnica e professionale previsto dall’art. 7.3. del disciplinare (“Esecuzione negli ultimi tre anni di almeno un contratto analogo al CPV della presente procedura ed in particolare per servizi di assistenza giuslavoristica stipulato con enti pubblici e/o società a partecipazione pubblica di importo pari ad almeno Euro 45 mila IVA esclusa”) sia necessario aver eseguito un contratto analogo del valore pari ad € 45.000,00 IVA esclusa, ovvero se il medesimo requisito possa dirsi soddisfatto tramite l’esecuzione di una pluralità di contratti il cui valore, calcolato congiuntamente, sia pari o superiore ad € 45.000,00 IVA esclusa (anche se singolarmente di valore inferiore).

Risposta:

1) Il requisito di idoneità di cui all’art. 7.1, lett. a) del Disciplinare di Gara deve essere posseduto esclusivamente dagli Operatori Economici partecipanti obbligati all’iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura oppure nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato per attività coerenti con quelle oggetto della presente procedura di gara.

2) Il requisito di cui all’art. 7.3, lett. d) del Disciplinare di Gara deve essere soddisfatto mediante l’esecuzione di almeno un contratto analogo al CPV della procedura in oggetto (negli ultimi 3 anni) del valore pari ad almeno Euro 45.000,00.

FAQ n. 3

Domanda:

Con la presente siamo a porre i seguenti quesiti:

1) si chiede di confermare che lo Scrivente, in quanto studio associato rientrante tra le categorie previste dal primo comma dell'art. 5 del D.P.R. 26 ottobre 1972 n. 633 e dalla lettera c), terzo comma, dell'art. 5 del D.P.R. 22 dicembre 1986 n. 917 e quindi non tenuto all'Iscrizione alla CCIAA, possa comunque presentare offerta.

2) Si chiede di confermare che l'imposta di bollo per la domanda di partecipazione e per l'offerta economica possa essere assolta mediante presentazione di n. 2 modelli F23 da allegare ai rispettivi documenti.

Risposta:

1) Si conferma la possibilità di partecipazione di uno studio associato. Al riguardo si precisa che il requisito di idoneità di cui all’art. 7.1, lett. a) del Disciplinare di Gara deve essere posseduto esclusivamente dagli Operatori Economici partecipanti obbligati all’iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura oppure nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato per attività coerenti con quelle oggetto della presente procedura di gara.

2) L’imposta di bollo non può essere assolta mediante presentazione di n. 2 modelli F23. È, possibile, provare il pagamento della stessa mediante acquisto di contrassegno telematico. Sarà, pertanto, sufficiente produrre la copia fotografica del contrassegno telematico su un documento, firmato digitalmente, recante la seguente certificazione: “Il sottoscritto _________ consapevole che le false dichiarazioni, la falsità degli atti e l’uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale (Art. 75 e 76 dpr 28.12.2000 n. 445), ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 28.12.2000 n. 445 attesta quanto segue:

- il contrassegno telematico apposto al presente documento, identificato con il n. ________________ attesta l’avvenuto pagamento, in data ___________ dell’imposta di bollo dovuta a fronte dovuta a fronte della presentazione della domanda/offerta economica nella presente procedura;

- l’originale del suddetto contrassegno è conservato presso il mittente ed è a disposizione di Lazio Innova e degli organi di controllo eventualmente interessati”.

FAQ n. 4

Domanda:

La presente per chiedere:

1) importo della marca da bollo da apporre all'offerta economica e alla domanda di partecipazione;

2) il punto 16) delle dichiarazioni complementari deve essere compilato solo dai concorrenti non residenti e privi di stabile organizzazione in Italia?

3) per organico medio annuo nel DGUE si intendono i lavoratori dipendenti o anche i collaboratori con partita IVA?

Risposta:

1) Il valore della marca da bollo ammonta ad Euro 16,00. Si fa presente, inoltre, che dovrà essere apposta una marca da bollo ogni 4 pagine.

2) Il punto 16) delle dichiarazioni complementari (dati ai fini delle comunicazioni di cui all’art. 76, comma 5 del D.Lgs. 50/2016) deve essere compilato da tutti i concorrenti che intendono partecipare alla procedura.

3) Per la determinazione dell’organico medio il riferimento normativo è rappresentato dalla raccomandazione 2003/361/CE della Commissione UE, recepita nel nostro ordinamento con il Decreto Ministeriale 18 aprile 2005 (Adeguamento alla disciplina comunitaria dei criteri di individuazione di piccole e medie imprese). Si rappresenta, altresì, che le capacità tecniche professionali richieste nella procedura in oggetto risultano circoscritte ai contenuti di cui all’art. 7.3 del Disciplinare di Gara.

FAQ n. 5

Domanda:

Con riferimento al requisito di capacità tecnica e professionale di cui al punto 7.3. lettera d) del disciplinare (esecuzione negli ultimi tre anni di almeno un contratto analogo al CPV della presente procedura ed in particolare per servizi di assistenza giuslavoristica stipulato con enti pubblici e/o società a partecipazione pubblica di importo pari ad almeno Euro 45 mila IVA esclusa) si chiede conferma che tale requisito possa essere soddisfatto in relazione ad incarichi svolti a favore di società aventi una partecipazione, da parte di enti pubblici, di minoranza.

Risposta:

Si conferma che la quota di partecipazione da parte degli enti pubblici può essere di minoranza.

FAQ n. 6

Domanda:

Qual'è il codice ufficio o ente da inserire nell'F23 al fine del pagamento del bollo da allegare alla domanda di partecipazione?

Risposta:

L’imposta di bollo non può essere assolta mediante presentazione di n. 2 modelli F23.

È, possibile, provare il pagamento della stessa mediante acquisto di contrassegno telematico.

Sarà, pertanto, sufficiente produrre la copia fotografica del contrassegno telematico su un documento, firmato digitalmente, recante la seguente certificazione: “Il sottoscritto _________ consapevole che le false dichiarazioni, la falsità degli atti e l’uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale (Art. 75 e 76 dpr 28.12.2000 n. 445), ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 28.12.2000 n. 445 attesta quanto segue:

- il contrassegno telematico apposto al presente documento, identificato con il n. ________________ attesta l’avvenuto pagamento, in data ___________ dell’imposta di bollo dovuta a fronte dovuta a fronte della presentazione della domanda/offerta economica nella presente procedura;

- l’originale del suddetto contrassegno è conservato presso il mittente ed è a disposizione di Lazio Innova e degli organi di controllo eventualmente interessati”.

FAQ n. 7

Domanda:

Il fatturato specifico da indicare nel DGUE è per attività di consulenza legale in ambito giuslavoristico resa a favore sia della pubblica amministrazione che di privati?

Risposta:

Non è richiesta l’indicazione nel DGUE del fatturato specifico. Al riguardo si rappresenta che le capacità economico finanziarie richieste nella procedura in oggetto risultano circoscritte ai contenuti di cui all’art. 7.2 del Disciplinare di Gara.

FAQ n. 8

Domanda:

Con riferimento al requisito di capacità tecnica e professionale di cui al punto 7.3., lett. d) del Disciplinare di gara che prevede “Esecuzione negli ultimi tre anni di almeno un contratto analogo al CPV della presente procedura ed in particolare per servizi di assistenza giuslavoristica stipulato con enti pubblici e/o società a partecipazione pubblica di importo pari ad almeno Euro 45 mila IVA esclusa” si chiede se il predetto importo di Euro 45 mila debba essere riferito ad un singolo contratto o possa invece essere raggiunto anche tramite la somma di più contratti stipulati con diversi enti pubblici e/o società a partecipazione pubblica.”

Risposta:

Il requisito di cui all’art. 7.3, lett. d) del Disciplinare di Gara deve esser soddisfatto mediante l’esecuzione di almeno un contratto analogo al CPV della procedura in oggetto (negli ultimi 3 anni) del valore pari ad almeno Euro 45.000,00.

FAQ n. 9

Domanda:

Con riferimento al paragrafo 7.1 del Disciplinare di gara “Requisiti di idoneità” si chiede:

a. se per uno studio legale associato, per il quale non è prevista l’iscrizione alla Camera di Commercio, il solo requisito di idoneità previsto è l’iscrizione all’Albo degli Avvocati di tutti i componenti del gruppo di lavoro;

b. se i certificati di iscrizione rilasciati dall’Ordine degli Avvocati debbano essere trasmessi mediante AVCpass al momento della creazione del Passoe ovvero se debbano essere allegati alla busta amministrativa.

Risposta:

a) Il requisito di idoneità di cui all’art. 7.1, lett. a) del Disciplinare di Gara deve essere posseduto esclusivamente dagli Operatori Economici partecipanti obbligati all’iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura oppure nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato per attività coerenti con quelle oggetto della presente procedura di gara.

b) La documentazione necessaria alla verifica del requisito di cui all’art. 7.1, lett. b) del Disciplinare di Gara dovrà essere trasmessa tramite AVCPass, successivamente all’aggiudicazione della procedura, solo dall’Operatore Economico che risulterà aggiudicatario della procedura stessa ed a fronte di una specifica richiesta della Stazione Appaltante. L’Operatore Economico, in fase di presentazione della propria offerta, pertanto, può limitarsi alla dichiarazione del possesso del requisito richiesto compilando la parte IV sezione A n. 2 del DGUE.

FAQ n. 10

Domanda:

Con riferimento al paragrafo 7.2 del Disciplinare di gara “Requisiti di capacità economica e finanziaria” si chiede:

a. se per “ultimi n. 3 esercizi finanziari disponibili” si intendono gli anni 2017, 2018 e 2019

b. se il modello unico o la dichiarazione IVA a comprova debbano debbano essere trasmessi mediante AVCpass al momento della creazione del Passoe ovvero se debbano essere allegati alla busta amministrativa.

Risposta:

a) Per ultimi 3 esercizi finanziari disponibili si intendono gli esercizi finanziari per i quali risultano approvati Bilancio di esercizio/Modello Unico/Dichiarazione IVA, da calcolarsi a ritroso partendo dalla data di scadenza del termine per la presentazione delle offerte.

b) La documentazione necessaria alla verifica del requisito di cui all’art. 7.2 lett. c) del Disciplinare di gara dovrà essere trasmessa tramite AVCPass, successivamente all’aggiudicazione della procedura, solo dall’Operatore Economico che risulterà aggiudicatario della procedura stessa ed a fronte di una specifica richiesta della Stazione Appaltante. L’Operatore Economico, in fase di presentazione della propria offerta, pertanto, può limitarsi alla dichiarazione del possesso del requisito richiesto compilando la parte IV sezione B n. 1/B del DGUE.

FAQ n. 11

Domanda:

Con riferimento al requisito di capacità tecnica e professionale di cui al paragrafo 7.3 del Disciplinare di gara “Esecuzione negli ultimi tre anni di almeno un contratto analogo al CPV della presente procedura ed in particolare per servizi di assistenza giuslavoristica stipulato con enti pubblici e/o società a partecipazione pubblica di importo pari ad almeno Euro 45 mila IVA esclusa” si chiede se:

a. con l’espressione “negli ultimi tre anni” si intende il triennio 2017 – 2019;

b. con l’espressione “servizi di assistenza giuslavoristica” si intende sia l’attività di consulenza stragiudiziale sia l’attività di patrocinio giudiziale;

c. l’importo di “almeno Euro 45 mila IVA esclusa” si intende riferito ad un singolo contratto ovvero ad una pluralità di contratti e/o incarichi conferiti dal medesimo cliente;

d. i documenti a comprova debbano essere trasmessi mediante AVCpass al momento della creazione del Passoe ovvero se debbano essere allegati alla busta amministrativa.

Risposta:

a) Per “ultimi tre anni” si intendono i tre anni precedenti la data di pubblicazione della procedura.

b) La procedura di gara è riferita a servizi di consulenza stragiudiziale.

c) Il requisito di cui all’art. 7.3, lett. d) del Disciplinare di Gara deve esser soddisfatto mediante l’esecuzione di almeno un contratto analogo al CPV della procedura in oggetto (negli ultimi 3 anni) del valore pari ad almeno Euro 45.000,00.

d) La documentazione necessaria alla verifica del requisito di cui all’art. 7.3 lett. d) del Disciplinare di gara dovrà essere trasmessa tramite AVCPass, successivamente all’aggiudicazione della procedura, solo dall’Operatore Economico che risulterà aggiudicatario della procedura stessa ed a fronte di una specifica richiesta della Stazione Appaltante. L’Operatore Economico, in fase di presentazione della propria offerta, pertanto, può limitarsi alla dichiarazione del possesso del requisito richiesto compilando la parte IV sezione C n. 1/B del DGUE.

FAQ n. 12

Domanda:

Con riferimento al paragrafo 18.1 del Disciplinare di gara “Criteri di valutazione dell’offerta tecnica” e, in particolare al criterio 1.1, si chiede:

a. se per “Esperienza e competenze maturate in riferimento ai servizi indicati” si intendano sia l’attività di consulenza stragiudiziale sia l’attività di patrocinio giudiziale; 

b. se detta esperienza debba essere riferita al triennio 2017 – 2019.

Risposta:

a) Si intende l’insieme dei servizi svolti dall’offerente in materia giuslavoristica, incluse le esperienze eventualmente acquisite anche nel segmento giudiziale.

b) Si intende il triennio.

FAQ n. 13

Domanda:

Con riferimento al paragrafo 18.1 del Disciplinare di gara “Criteri di valutazione dell’offerta tecnica” e, in particolare al criterio 1.2, si chiede:

a. se per “Esperienze e competenze maturate con particolare riguardo al CCNL del Credito, alle problematiche delle Società a partecipazione pubblica e/o “in house” e alla normativa regionale di riferimento” si intendano sia l’attività di consulenza stragiudiziale sia l’attività di patrocinio giudiziale;

b. se detta esperienza debba essere riferita al triennio 2017 – 2019.

Risposta:

a) Si intende l’insieme dei servizi svolti dall’offerente in materia giuslavoristica, incluse le esperienze eventualmente acquisite anche nel segmento giudiziale.

b) Si intende il triennio.

FAQ n. 14

Domanda:

In merito alla procedura per l'affidamento dei servizi legali di assistenza e consulenza giuridica si formula il seguente quesito: i requisiti di idoneità indicati all'art. 7.1 del disicplinare devono essere posseduti entambi in quanto il singolo avvocato o l'associazione professionale che intenda partecipare non sono soggetti all'iscrizione presso la Camera di commercio o presso altre commissioni provinciali.

Risposta:

Il requisito di idoneità di cui all’art. 7.1, lett. a) del Disciplinare di Gara deve essere posseduto esclusivamente dagli Operatori Economici partecipanti obbligati all’iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura oppure nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato per attività coerenti con quelle oggetto della presente procedura di gara.

FAQ n. 15

Domanda:

In merito alla procedura per l'affidamento dei servizi legali di assistenza e consulenza giuridica si formula il seguente questito: con riferimento ai requisiti di cui all'art. 7.3 del disicplinare si chiede se il requisito di capacità tecnico professionale possa essere soddisfatto anche con un contratto stipulato con una società a partecipazione pubblica indiretta.

Risposta:

Sì.

FAQ n. 16

Domanda:

1) Si chiede conferma se per assolvere il pagamento dell'imposta di bollo per la domanda di partecipazione e l'offerta economica si possa acquistare un solo contrassegno telematico di importo cumulativo.

2) con riferimento al requisito di capacità tecnica e professionale di cui al punto 7.3 lettera d) si chiede se l'importo di euro 45 mila IVA esclusa debba essere considerato annuale in caso di contratti di durata superiore all'anno.

Risposta:

1) Dovranno essere acquistati due contrassegni telematici distinti, uno per la domanda di partecipazione ed un altro per l’offerta economica.

2) Ai fini della verifica del requisito di cui all’art. 7.3, lett. d) del Disciplinare di gara è necessario dimostrare di aver eseguito negli ultimi tre anni almeno un contratto analogo al CPV della procedura in particolare per servizi di assistenza giuslavoristica stipulato con enti pubblici e/o società a partecipazione pubblica di importo pari ad almeno Euro 45 mila IVA esclusa. Il suddetto importo, pertanto, non è da intendersi annuale.

FAQ n. 17

Domanda:

Con riferimento al requisito di capacità tecnica e professionale di cui al paragrafo 7.3 del Disciplinare di gara dato da “Esecuzione negli ultimi tre anni di almeno un contratto analogo al CPV della presente procedura ed in particolare per servizi di assistenza giuslavoristica stipulato con enti pubblici e/o società a partecipazione pubblica di importo pari ad almeno Euro 45 mila IVA esclusa” si chiede se tale requisito possa essere integrato dall’esecuzione negli ultimi tre anni di una pluralità di incarichi per attività di patrocinio giudiziale espletata a favore di enti pubblici e/o società a partecipazione pubblica

Risposta:

Il requisito di cui all’art. 7.3, lett. d) del Disciplinare di Gara deve esser soddisfatto mediante l’esecuzione di almeno un contratto analogo al CPV della procedura in oggetto (negli ultimi 3 anni) del valore pari ad almeno Euro 45.000,00.